Rischio sistemico. Bailed-in. (Systemic Risk. Bailed-In.)

74 Pages Posted: 1 Jul 2020

Date Written: September 13, 2019

Abstract

Italian abstract: In questa pubblicazione ci siamo interessati al rischio sistematico che interessa alcune categorie di enti nel settore finanziario definite G-SII e O-SII, alla vigilanza macroprudenziale che impone riserve di capitale per il rischio sistemico, riserve per la conservazione del capitale e riserve di capitale anticicliche per contrastare le dinamiche procicliche conseguenza delle crisi economiche. In questo studio abbiamo avuto interesse per gli aspetti legislativi attinenti ai rischi sistemici sanciti dalla Commissione europea con la direttiva CRD IV (2013/36/UE) e alle raccomandazioni del comitato europeo per il rischio sistemico, CERS. Dopo aver dato uno sguardo alla situazione delle banche italiane con riferimento agli effetti della crisi economica del 2008, ci siamo interessati al meccanismo di vigilanza unico SSM istituito con il regolamento (UE) n. 1024/2013, che assoggetta le banche degli Stati membri partecipanti alla vigilanza centrale della BCE o alla vigilanza dalle competenti autorità nazionali nell'ambito dell'SSM, dinamica che ha creato incongruenze tra la vigilanza dell'Unione ed il trattamento nazionale nelle procedure di risoluzione sancite dalle disposizioni della direttiva 2014/59/UE, incongruenze risanate dall'introduzione del meccanismo di risoluzione unico SRM. Nel quadro degli interventi legislativi mirati alla risoluzione degl'enti in crisi viene emanata una proposta legislativa del regolamento (UE) 586/2015 che modifica il regolamento (UE) n. 806/2014 al fine di istituire un sistema europeo di assicurazione dei depositi, prevedendo l'istituzione di un sistema europeo di assicurazione dei depositi (EDIS) come terzo pilastro dell'unione bancaria a garanzia dei depositanti e finalizzato a ridurre gli effetti negativi di una crisi economica causati dalla corsa agli sportelli bancari. Si tratta di un sistema completo di assicurazione a livello comunitario per gli SGD (sistemi di garanzia dei depositanti). Nell'ultimo capitolo abbiamo svolto uno studio sulla direttiva BRDD (2014/59/UE) che istituisce un quadro di risanamento e risoluzione degli enti creditizi e delle imprese di investimento, con interesse prevalente alle attività di investimento collettivo (fondi di investimento collettivi in valori mobiliari, OICVM in forma contrattuale) ed alle passività per cui è sancito divieto alle autorità di esercitare il potere di riduzione e conversione in applicazione del Bail-in, strumento di risoluzione contenuto nella direttiva BRDD, con particolare attenzione alle differenze legislative nazionali esistenti sulla tutela dei fondi tra una banca ed una impresa di investimento.

English abstract: In this publication we are interested in the systematic risk affecting certain categories of entities in the financial sector defined as G-SII and O-SII; in the macro-prudential supervision is imposed capital reserves for systemic risk, reserves for the preservation of capital and countercyclical capital reserves to counter the pro-cyclical dynamics resulting from economic crises. In this study we were interested in the legislative aspects related to the systemic risks sanctioned by the European Commission with the CRD IV directive (2013/36/EU) and to the recommendations of the European systemic risk committee, CERS. After taking a look at the situation of Italian banks with reference to the effects of the 2008 economic crisis, we took an interest in the single SSM supervisory mechanism established by regulation (EU) no. 1024/2013, which subjects the banks of the participating Member States to central supervision of the ECB or to supervision by the competent national authorities within the SSM, a dynamic that has created inconsistencies between EU supervision and national treatment in resolution procedures sanctioned by the provisions of Directive 2014/59/EU, inconsistencies restored by the introduction of the SRM single resolution mechanism. In the framework of the legislative interventions aimed at the resolution of those in crisis, a legislative proposal is issued for the regulation (EU) 586/2015 which modifies the regulation (EU) n. 806/2014 in order to establish a European deposit insurance system, providing for the establishment of a European deposit insurance system (EDIS) as the third pillar of the banking union to guarantee depositors and aimed at reducing the negative effects of a economic crisis caused by the rush to bank branches. This is a complete EUlevel insurance system for SGDs (depositor guarantee schemes). In the last chapter we carried out a study on the BRDD directive (2014/59/EU) which establishes a framework for the recovery and resolution of credit institutions and investment firms, with an overriding interest in collective investment activities (collective investment funds in securities securities, UCITS in contractual form) and liabilities for which the authorities they have a ban to exercise the power of reduction and conversion in application of the Bail-in, a resolution tool contained in the BRDD directive, with particular attention to existing national legislative differences on protection of funds between a bank and an investment firm.

Note: Downloadable document is in Italian.

Keywords: system risk, CRD directive, Recommendations ESRB, credit crises, single SSM supervisory mechanism and SRM single resolution mechanism, european EIDS deposit insurance system, SGD depositor guarantee schemes, resolution dedicated to credit, bail-in, directive BRRD, ECB opinion 2006/21.

Suggested Citation

Gnazzo, Vito, Rischio sistemico. Bailed-in. (Systemic Risk. Bailed-In.) (September 13, 2019). Available at SSRN: https://ssrn.com/abstract=3621427 or http://dx.doi.org/10.2139/ssrn.3621427

Vito Gnazzo (Contact Author)

HTNET ( email )

Capaccio Paestum
Salerno
Italy

Do you have a job opening that you would like to promote on SSRN?

Paper statistics

Downloads
34
Abstract Views
211
PlumX Metrics